Gli Articoli di Renato Aiello - Giornalista

La Tavola di Renato

Chest’è ‘a mano ‘e chist’è ‘o Panariello! il nuovo dolce di Vincenzo Ferrieri si ispira al gioco della tombola

immagine in primo piano

"Chest’è ‘a mano ‘e chist’è ‘o culo d’o panaro" : è una delle frasi più pronunciate durante il periodo natalizio dai napoletani che si divertono a giocare a tombola. Il giovane pasticciere partenopeo Vincenzo Ferrieri si è ispirato proprio a questa tradizionale attività natalizia per la creazione della sua ultima dolce proposta: "'O panariello", ovvero una sfoglia conica - quella della sfogliatella riccia -, che ricorda nella forma il cestino di vimini ove sono contenuti i 90 numeretti della tombola (nel dolce rappresentati da golosi struffoli).

Questa nuova golosa proposta, che compendia tre simboli della tradizione napoletana (ovvero: la sfogliatella, il prodotto dolciario partenopeo più conosciuto, gli struffoli, i dolci natalizi più ricercati nel napoletano, e la tombola, gioco nato nel XVIII secolo come alternativa casalinga al lotto), è disponibile in edizione limitata presso SfogliateLab, storico hub del gusto ubicato a Napoli (in piazza Garibaldi, angolo Corso Novara).

 

 

 

Chest’è ‘a mano ‘e chist’è ‘o Panariello!
Il nuovo dolce di Vincenzo Ferrieri si ispira al gioco della tombola ( Una nuova dolce creazione del pasticciere Vincenzo Ferrieri: “’O Panariello”, una sfogliatella ripiena di struffoli che ricorda il cestino in vimini della tombola. )

















Copyright ©2019 - spaghettitaliani.com - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale.